Campaniasuweb - LA TUA REGIONE A PORTATA DI CLICK

lunedì 20 nov 2017 aggiornato alle 12:09 del 18 nov 2017

Punta Campanella, a scuola di biologia nell’area marina protetta

Si è concluso il settimo corso tenuto a Massa Lubrense: laboratori, ricerca e immersioni alla scoperta della biodiversità

Sei giornate tra laboratori, didattica e immersioni alla scoperta della ricca biodiversità del Parco Marino di Punta Campanella. Si è concluso il settimo corso di Biologia Marina organizzato dall’Area Marina Protetta in collaborazione con l’Università Parthenope di Napoli e con alcuni diving del territorio. Lezioni teoriche in aula, laboratori di ricerca, immersioni per monitorare e individuare organismi marini.

corso-biologia

I 16 corsisti sono stati seguiti dal personale del Parco, da guide esperte del Diving Nettuno e da quattro docenti universitari. Hanno studiato e appreso nozioni di biogeografia, ecologia marina, tecniche di rilevamento subacqueo, analisi dei campioni. Inoltre, si sono cimentati in una lezione di introduzione alla fotografia subacquea con il rilascio del brevetto PADI di fotografia digitale. Al termine dei sei giorni di corso è stato rilasciato anche un attestato di partecipazione valido per l’acquisizione di crediti formativi universitari.

corso-biologia

Le lezioni sono state curate dai professori Giovanni Fulvio Russo e Roberto Sandulli dell’Università Parthenope di Napoli e da Guido Villani dell’Istituto di Chimica Biomolecolare del CNR di Pozzuoli. Ad arricchire il programma anche Giorgio Boudillon e Salvatore Troisi per i seminari di approfondimento su oceanografia e fotogrammetria subacquea. Ma non c’è stata solo didattica ed esperienze pratiche. Anche serate a tema. Come quella con Marco Gargiulo, bravissimo fotosub, che ha mostrato i suoi scatti e svelato i segreti dei fondali sorrentini.

Leggi anche