Campaniasuweb - LA TUA REGIONE A PORTATA DI CLICK

domenica 19 nov 2017 aggiornato alle 12:09 del 18 nov 2017

«Why Not», tutti assolti gli imputati: «Nessun complotto contro de Magistris»

Assolti perché il fatto non sussiste: i giudici di Salerno hanno stabilito che non esisteva alcun complotto per togliere le indagini delle inchieste «Why Not» e «Poseidone» all'attuale sindaco di Napoli, all'epoca pm a Catanzaro

Tutti assolti perché il fatto non sussiste. È la sentenza dei giudici della I sezione penale del Tribunale di Salerno per i sei imputati nel processo basato sull’ipotesi che le inchieste «Why not» e «Poseidone» condotte dall’attuale sindaco di Napoli Luigi de Magistris quando era pm di Catanzaro, fossero state sottratte all’allora sostituto procuratore sulla base di un complotto.

Luigi-De-Magistris-1

Sono stati quindi assolti Salvatore Murone, ex procuratore aggiunto di Catanzaro, Giancarlo Pittelli, avvocato e parlamentare, ex coordinatore regionale di Forza Italia in Calabria; Giuseppe Galati, ex sottosegretario alle Attività produttive (oggi esponente parlamentare del gruppo Ala); Antonio Saladino, ex presidente della Compagnia delle opere della Calabria; Dolcino Favi, ex procuratore generale facente funzione a Catanzaro e l’avvocato Pierpaolo Greco.

Leggi anche