Campaniasuweb - LA TUA REGIONE A PORTATA DI CLICK

mercoledì 24 mag 2017 aggiornato alle 17:18 del 23 mag 2017

Napoli Film Festival, uno sguardo all’Europa

Saranno Giorgio Pasotti, Giuliana De Sio, Edoardo Leo, la regista francese Justine Triet e il regista Arthur Harari ad animare le serate del Napoli Film Festival in apertura al cinema Vittoria e in chiusura al Metropolitan. La rassegna si svolgerà dal 29 settembre all’8 ottobre, presentando un ciclo di incontri a cui si abbinano anche le lezioni di protagonisti del grande schermo che racconteranno il loro modo di fare cinema agli studenti nella sezione “Parole di cinema”. In cattedra saliranno, oltre allo stesso Pasotti, Licia Maglietta, Roberto Perpignani, Roan Johnson, Fabio Grassadonia e Antonio Piazza.

FILM STRANIERI – Incontri con i protagonisti, ma anche una valanga di film. Il nuovo cinema dell’est Europa la fa da padrone nella selezione “Concorso Europa & Mediterraneo” con le opere che verranno proiettate (tutte alle 17.00) nella sede dell’Institut Francais di Napoli di via Crispi. Il concorso si apre il 29 ottobre con “Das leben ist nicht fur feiglinge” (“La vita non è fatta per i codardi”) del tedesco André Erkau. Arriva dalla Russia, invece, la storia narrata in “Mayor” (“Il maggiore”) di Yuri Bykov. In “Male Stluzki” (“Little Crusches”) le due registe polacche Aleksandra Gowin e Ireneusz Grzyb raccontano la storia di Kasia, Asia e Piotr, tre donne che vivono insieme e gestiscono una piccola agenzia specializzata nella pulizia di appartamenti i cui proprietari si trasferiscono o muoiono. È una coproduzione franco-georgiana, infine, “Dzma” (“Fratello”) di Thierry Grenade e Teona Mghvdeladze, ambientata negli anni ‘90 in una Tbilisi profondamente cambiata dopo l’indipendenza della Georgia.

LOCATION – Dal 29 settembre (ore 17.00), il cinema Vittoria ospiterà le proiezioni delle opere in concorso nella sezione “Schermo Napoli Corti” che presenta 39 film di registi campani o che abbiano al centro la Campania, mentre al Pan ci saranno 18 documentari in gara nella sezione “Schermo Napoli Doc”, il concorso che si avvale anche della partnership di FilmaP il nuovo centro di formazione e produzione cinematografica di Ponticelli. L’Istituto Francese di Napoli ospiterà, invece, l’1 e il 2 ottobre a partire dalle 9.30, le proiezioni delle opere in concorso nella sezione “Schermo Napoli Scuola”, che hanno come partner l’Agenzia Dire.

OMAGGI – La rassegna dedicherà una serata al cinema di Massimo Troisi e al suo “Non ci resta che piangere”, con interpreti e maestranze del film. Tra gli omaggi di questa edizione, anche la celebrazione dei 50 anni dalla realizzazione del capolavoro “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini (1° ottobre al Vittoria alle 21.30) in cui il pianista Stefano Battaglia accompagna al pianoforte le immagini del film con una nuova colonna sonora in stile jazz.

CROWDFUNDING PER IL TAN – Il 3 ottobre il Napoli Film Festival scende in campo per salvare il Tan (Teatro Area Nord): all’Istituto Francese di Napoli, Renato Carpientieri e decine di altri artisti napoletani si esibiranno in monologhi e brani teatrali in una serata di crowdfunding per la struttura del quartiere di Piscinola.

CINEMA DA DEGUSTARE – Tra gli eventi speciali spicca la serata dedicata alla “cinegustologia”, la scienza che abbina piatti e vini ai film per completare l’esperienza dei cinque sensi. La serata, organizzata dallo chef Mimmo Alba e condotta da Marco Lombardi, si svolgerà il 30 settembre alla Cantina San Teodoro di vico Satriano a Napoli con piatti ispirati alle opere dei nostri tre grandi Eduardo De Filippo, Vittorio de Sica e Massimo Troisi.

Leggi anche