Campaniasuweb - LA TUA REGIONE A PORTATA DI CLICK

mercoledì 26 lug 2017 aggiornato alle 10:34 del 25 lug 2017

Social World Film Festival: cinema, cultura ed ecologia sociale

Social World Film Festival

«Un costruttore di bellezza. Può essere determinante, soprattutto se penso che arriva a migliaia di ragazzi delle periferie, dove vince il brutto». Francesco Gentile, Presidente del Forum dei Giovani della Campania, parla della terza edizione del Social World Film Festival, la rassegna di cinema sociale che si terrà a Vico Equense dall’1 al 9 giugno. A conferma dell’ampio respiro internazionale, la kermesse verrà presentata agli operatori della cinematografia all’interno del Festival del Cinema di Cannes.

DA MARIA GRAZIA CUCINOTTA A GIACOMO RIZZO – Madrina d’eccezione Maria Grazia Cucinotta, che nella serata di venerdì 7 presenterà “Il Maestro”, sua prima opera da regista. Tra gli altri ospiti, il regista Ugo Gregoretti, gli sceneggiatori Pauline Chan e Pietro De Silva e gli attori Marco Cocci, Massimiliano Bruno, Rosaria De Cicco, Alessio Boni, Giacomo Rizzo e Bianca Nappi. Il 9 giugno si esibirà Maurizio Capone, impegnato a trasformare il degrado in qualità: «Sono un cinefilo – racconta il leader dei Bungt Bangt – e ho pure recitato in alcune produzioni da giovanissimo. Persino in “Scugnizzi” di Nanni Loy, dove dovevo inizialmente avere il ruolo del protagonista, Salvatore. In generale penso che il cinema, così come la musica, possa fare molto per costruire una coscienza, civile ed estetica, in una terra di conflitti come la Nostra». 

LE OPERE IN CONCORSO – Le 21 opere in corso (7 lungometraggi e 14 cortometraggi), di cui 5 in anteprima mondiale, si contenderanno i premi della selezione ufficiale tra cui “La città ideale”, prima opera da regista di Luigi Lo Cascio, “Just like a woman” con Siena Miller, “33 Postcards” di Guy Pearce ed “October Baby”, il film sull’aborto che ha spaccato l’opinione pubblica statunitense. I premi verranno assegnati dalla Giuria di Qualità presieduta da Ugo Gregoretti e dalla Giuria Festival, affiancate dalla Giuria Giovani e dalla Giuria Ragazzi. A rendere ancora più ricca la terza edizione del Festival, saranno presentate 8 opere fuori concorso (3 lungometraggi, 2 documentari e 3 cortometraggi), fra queste “Viva l’Italia” di Massimiliano Bruno, “Sguardo dell’altro” di Alessio Boni, Marcello Prayer e Chiara Magni e “Sodoma – L’altra faccia di Gomorra” di Vincenzo Pirozzi.




WORKSHOP – Durante i 9 giorni di Festival, saranno premiati anche i concorsi e i contest paralleli alla Selezione Ufficiale. La giuria di oltre 10.000 studenti campani del progetto “Social in the School” decreterà il vincitore per il concorso “Social Smile”. Tra le iniziative parallele al concorso, il Festival ha ideato tre workshop gratuiti, organizzati dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Scuola di cinema di Napoli e rivolti ai giovani dai 18 ai 35 anni provenienti da tutta Italia.

SCUOLA DI CINEMA – Prendono infine la parola i fondatori della Scuola di cinema di Napoli: «I ragazzi devono capire che dietro a quello che vedono sullo schermo c’è un grande lavoro e ci sono grandi professionisti», dice Carlo Picone. Roberta Inarta invita tutti a trascorrere queste giornate anche goliardiche: «Il Festival è un grande evento, un gioco di squadra, un momento di divertimento e di gioia; unisce tante reti e tante associazioni».

Leggi anche